ZOMARO, storie e testimonianze di lotta alla ‘ndrangheta

Un breve viaggio nella terra madre della cosca GULLACE-RASO-ALBANESE, attraverso un focus sullo ZOMARO.

Le radici della forza di intimidazione e del “potere” della cosca, attraverso il racconto di Rolando Fazzari.
I caratteri del controllo del territorio esercitato dalla ‘ndrangheta che impedisce ogni sviluppo, come anche la possibilità, per dei ragazzi di vivere il Parco dell’Aspromonte, passando dalla gestione dell’Ostello pubblico in capo ad uno degli esponenti del sodalizio dei GULLACE-RASO-ALBANESE.
Arrivando alla storia di resistenza, con la cooperativa agricola ZOMARO RESORT, di Nino Cento, testimone di giustizia che ha denunciato gli ‘ndranghetisti e subisce un vigliacco e complice isolamento.
E per chiudere un breve estratto della puntata di “Cose Nostre” dedicata all’uccisione dell’oculista di Canolo, Fortunato La Rosa, che osò denunciare le “vacche sacre” della ‘ndrangheta. Ucciso con colpi di fucile e poi ammazzato una seconda volta dall’omertà di una comunità china a quella maledizione chiamata ‘ndrangheta.